ATTENTATO A STOCCOLMA. IL PRIMO MINISTRO LOFVEN: "ATTENTATO TERRORISTICO"

Vota questo articolo
(12 Voti)
ATTENTATO A STOCCOLMA. IL PRIMO MINISTRO LOFVEN: "ATTENTATO TERRORISTICO"


Shock nella capitale svedese, almeno cinque morti e alcuni feriti. La polizia sta trattando l'incidente come un possibile atto terroristico proprio per la modalità in cui sono svolti gli eventi.

Proviamo a ricostruire i fatti così come emergono dalle prime fonti presenti sul posto:  Intorno alle 15 ora italiana un camion, che dalle prime informazioni risulta dirottato, è stato lanciato contro i pedoni nel centro di Stoccolma, andando poi a schiantarsi contro un negozio di un centro commerciale all'incrocio con Drottninggatan, affollata strada pedonale della capitale svedese. La zona in cui il camion ha falciato la folla nel pieno centro di Stoccolma è la stessa che l'11 dicembre 2010 è stato teatro di un duplice attentato con autobomba, in quello che all'epoca era il primo attentato suicida nei paesi scandinavi.  Almeno cinque le vittime confermate e otto i feriti. Per il primo ministro svedese Stefan Lofven, " si è trattato di un attentato. La Svezia è stata attaccata con un terribile atto terroristico e il Sapo, l’intelligence svedese, sta cercando l'autore dell'attentato".Lo stesso premier Lofven ha successivamente confermato il fermo di un "sospettato". Un video mostra un uomo a terra, circondato dagli agenti. Potrebbe trattarsi dell'uomo che ha dirottato il camion per lanciarlo sulla folla o dell'autista sequestrato. Confermando quanto scritto inizialmente da Aftonbladet, il direttore della comunicazione dell'azienda produttrice di birra Spendrups, proprietaria del mezzo, ha dichiarato all'agenzia di stampa svedese TT: "Durante una consegna al ristorante Caliente qualcuno è saltato nella cabina del conducente ed è andato via mentre l'autista stava scaricando". Il permesso per la consegna spiegherebbe la presenza del camion nel cuore di un'area pedonale. Secondo alcuni testimoni, il conducente del mezzo indossava un passamontagna ed è riuscito a fuggire. La polizia afferma di aver ricevuto chiamate dalla persona che era alla guida del camion. Tutto il mondo occidentale ha palesato la propria vicinanza alla Svezia, condannando con forza il terribile accaduto. Un attacco a uno Stato membro della Ue è un attacco contro ognuno di noi" le prime parole del presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. "Il mio cuore è a Stoccolma questo pomeriggio. I miei pensieri sono con le vittime del terribile attacco di oggi" ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk. Il ministro degli Esteri Angelino Alfano: "Esprimo la più ferma condanna e il cordoglio e la vicinanza dell'Italia allo Stato e al popolo svedese per il terribile attentato avvenuto poche ore fa a Stoccolma. L'Italia, anche come Presidente di turno del G7 e membro del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, continuerà ad impegnarsi attivamente nella lotta contro il terrorismo a favore della pace e sicurezza internazionale". Berlino è al fianco della Svezia "contro il terrorismo", ha detto il portavoce della cancelliera Angela Merkel, per un attentato dalle modalità sin troppo simili a quello che colpì il mercatino di Natale nella capitale tedesca nel periodo di Natale.

Letto 404 volte

Lascia un commento

EDITORIALI

  • 1
  • 2