La mattina dopo la notte degli Oscar

Vota questo articolo
(4 Voti)
La mattina dopo la notte degli Oscar

La notte degli Oscar si è conclusa con l'attesa vittoria di Leonardo Di Caprio e il meritato Oscar al maestro Morricone.

 

Anche quest'anno è arrivato il momento degli Oscar, l'88° edizione degli Academy Awards ha visto protagonisti indiscussi Leonardo Di Caprio, Ennio Morricone e il film "Mad Max: Fury Road".
I premi sono stati assegnati domenica 28 febbraio al Dolby Theatre di Los Angeles.
Premi tanto importanti, quanto attesi.

Quest'anno il premio di Miglior Film è andato a "Il caso Spotlight", il film sull'inchiesta del Boston Globe sui preti pedofili negli Stati Uniti.
Il premio come Miglior Attore protagonista è andato invece a Di Caprio, nominato già diverse volte nella stessa categoria, senza mai vincerlo. Forse non la miglior performance del caro Leo, ma un Oscar - nel complesso della sua carriera - certamente meritato. Sarà la fine dei meme sull'attore di Titanic, oppure l'inizio di una nuova serie?


"Mad Max: fury road", quarto capitolo di una saga iniziata nel 1979, ha vinto più premi di tutti, anche se nessuna tra le statuette "principali", premi tecnici meritatissimi per un film di grande qualità.

Brie Larson si porta a casa la statuetta per Miglior Attrice protagonista nel film "Room", e Inarritu è stato premiato - per il secondo anno consecutivo - per la Miglior Regia (The Revenant).

Il premio per la Miglior Colonna Sonora è andato al maestro Ennio Morricone, 87 anni, per la colonna sonora di "The Hateful Eight". E a lui vanno i nostri complimenti più sinceri.

Peccato che non siano mancate le polemiche, con al centro la questione razziale nel cinema statunitense, per l'esclusione di grandi nomi tra gli attori afroamericani, come Idris Elba e Michael B. Jordan. A parlarne è stata anche Cheryl Boone Isaacs, presidente dell'accademia e donna di colore, che ha parlato dell'esigenza di prendere provvedimenti in tal senso. Le "quote nere" degli oscar come le "quote rosa" in parlamento, questione che probabilmente farà molto discutere.

Piccole note sull'assegnazione dei premi dell'Academy of Motion Picture Arts and Sciences, fondata nel 1927. La prima cerimonia degli oscar  si è tenuta nel 1929. E da allora ha saltato solo un anno: il 1933.
I votanti chiamati a decidere ogni anno sono circa 6300, tutti professionisti tra 17 settori del cinema (attori, produttori, direttori della fotografia), circa un votante su 5 è un attore e la maggior parte dei giurati vota tutte le categorie (eccezion fatta per i premi "tecnici"). Un lavorone per uno dei premi più importanti del cinema.

Vi aspettavate questi risultati? Cosa vi ha deluso e cosa vi ha entusiasmato? L'avete seguita in diretta, o vi siete accontentati dei report?


Dite la vostra stasera, con i ragazzi di Cine A Palla, dalle 18.30 alle 19.30
Il numero per interagire con loro è +39 3298741666

Letto 968 volte

Lascia un commento

EDITORIALI

  • 1
  • 2