Un altro triste addio - Ci lascia Chester Bennington

Vota questo articolo
(2 Voti)
Un altro triste addio - Ci lascia Chester Bennington

Poco più di un mese fa molti di noi erano davanti a quel palco, il palco degli I-Days di Monza, a sentire quel trio di band che ci ha fatto tornare giovani per una sera. Loro sono Sum 41, blink-182 e Linkin Park. Ieri un pezzo della nostra gioventù se n’è andato; per molti, quella di un mese fa, è stata l’ultima occasione di vederlo cantare dal vivo…

Purtroppo la notizia, se così possiamo chiamarla, riguarda il cantante dei Linkin Park, Chester Bennington, morto suicida a 41 anni. Come al solito, ora come ora, non ci interessano le cause o i motivi, ma vogliamo essere vicini a tutti i familiari e ai fan di Chester; ci lascia grandissime canzoni, dalla più recente e criticata “Halfway Right” a “Castle of Glass” e “Burn It Down” , dalle storiche “What I've Done” e “Numb” fino a “In the End”.

Ha scelto un giorno particolare Chester per andarsene: ebbene sì, perché ha deciso di farla finita il 20 luglio, il giorno del compleanno del suo amico Chris Cornell, ex leader dei Soundgarden, che ci ha lasciato soltanto due mesi fa… E pensare che al funerale di Chris, proprio Chester aveva cantanto “Hallelujah” di Leonard Cohen

Adesso sarete da qualche parte, sicuramente insieme, a cantare come sempre per tutti noi.

 

Stay Rock Chester.

Letto 52 volte

Lascia un commento

EDITORIALI

  • 1
  • 2