PATREZIO

PATREZIO

Concepito sulla mano destra del Cristo di Maratea, impara ad andare in bicicletta a 21 anni in Danimarca, esperienza che lo ha segnato profondamente fino ad oggi. Il suo accento napoletano è temuto in tutte le pizzerie che si estendono da Torino a Moncalieri a causa delle sue puntuali recensioni al vetriolio (prodotto rigorosamente bio). Ha studiato Erasmus, in Erasmus, vincendo un altro Erasmus e poi laureandosi con la tesi “Scrivere la tesi al Gianca 2, senza il T9”. 

La classica battuta di Patrezio è “PATREZIO!”.

Letto 28 volte

EDITORIALI

  • 1
  • 2